Disabili: Sparks, laboratorio transnazionale per nuovi modelli di cura

(ASCA) – Roma, 5 nov – E’ stato presentato oggi al Senato il progetto ‘Sparks’ per lo sviluppo di nuovi modelli di cura per le disabilita’, psichiche e fisiche, che ha ottenuto il riconoscimento e il finanziamento per il prossimo biennio da parte dell’Unione europea. Si tratta di un progetto transnazionale, che coinvolge 5 Paesi, tra cui l’Italia. Insieme a noi figurano come promotori anche Francia, Slovacchia, Ungheria e Regno Unito. Sparks e’ un programma di scambio e ricerca basato sull’integrazione di pratiche somatiche, creativita’, autoapprendimento, nell’ottica di un globale processo di democratizzazione della salute. Insieme all’italiana Leben nuova (con sede a Tuscania, Viterbo) partecipano al progetto altre quattro organizzazioni attive nell’educazione al movimento somatico: Soma (Francia), Babyfit (Slovacchia), ArtMan (Ungheria), Embody Move Association (Regno Unito). La senatrice Pd, Donatella Albano intervenendo alla conferenza stampa che si e’ svolta in Sala Nassiriya, ha posto l’accento sulla necessita’, soprattutto in ambito sociale e sanitario, di non perdere il treno dei finanziamenti che l’Europa mette a disposizione dei paesi appartenenti all’Unione.